• Ius est ars boni et aequi.

    (Celsus)
  • Scire leges non hoc est verba earum tenere, sed vim ac potestatem

    (Celsus)
  • Omnes populi, qui legibus et moribus reguntur, partim suo proprio, partim communi omnium hominum iure utuntur.

    (Gaius)
  • Omne ius quo utimur vel ad personas pertinet vel ad res vel ad actiones

    (Gaius)
  • Ius pluribus modis dicitur: uno modo, cum id quod semper aequum ac bonum est ius dicitur

    (Paulus)
  • Lex est commune praeceptum, virorum prudentium consultum, delictorum quae sponte vel ignorantia contrahuntur coercitio, communis rei publicae sponsio.

    (Papinianus)
  • Iustitia est constans et perpetua voluntas ius suum cuique tribuendi.

    (Ulpianus)
  • Iuris praecepta sunt haec: honeste vivere, alterum non laedere, suum cuique tribuere.

    (Ulpianus)
  • Iuris prudentia est divinarum atque humanarum rerum notitia, iusti atque iniusti scientia.

    (Ulpianus)
  • Iura non in singulas personas, sed generaliter constituuntur.

    (Ulpianus)
  • Ergo omne ius aut consensus fecit aut necessitas constituit aut firmavit consuetudo.

    (Modestinus)
  • Legis virtus haec est imperare vetare permittere punire.

    (Modestinus)

Benvenuti su IUS ROMANUM:

il sito di diritto Romano
della Facoltà di Giurisprudenza 

dell'Università di Sofia
„Sv. Kliment Ohridski" !

 

Il giurista romano Celso definisce il diritto „l'arte del buono e del giusto". Il meraviglioso desiderio dei romani di creare e applicare il diritto oltrepassa i confini dei tempo arrivando fino a oggi. Il diritto romano rimane sempre quel fondamento incredibilmente stabile sul quale si costruisce la cultura giuridica moderna.

Con il termine „Diritto Romano" si indica il sistema giuridico dell'Antica Roma che include l'evoluzione del diritto oggettivo e della giurisdizione, ma anche della dottrina giuridica nel corso di 14 secoli. Nel tempo si sono conservate non solo alcune dеlle soluzioni di problemi giuridici, elaborate dai giuristi romani e dagli imperatori, ma anche e i pincipi giuridici e la terminologia passata dal latino alle lingue moderne.

Con „Diritto romano" vengono denotati anche i sistemi giuridici, applicati in gran parte dell'Europa Occidentale fino al XVIII secolo, i.e. il diritto del Sacro Romano Impero. Tale diritto è l'elemento fondamentale della codificazione borghese civile e ha una notevole influenza sulla formazione delle nazioni odierne e del sistema costituzionale moderno. Il diritto romano condiziona non solo i sistemi nazionali  d'Europa, ma anche quelli di America, Africa ed Asia. Esso è alla base del desiderio di creare codificazioni sopranazionali nei nostri tempi. Il diritto romano è anche una tecnica giuridica proveniente dalla tradizione romanistica.

Molti autori sostengono che il diritto romano sia il primo sistema giuridico nella storia, il quale sia completamente staccato della religione e dei costumi. Tuttavia il diritto romano non rappresenta esclusivamente una sintesi dei concetti giuridici dei romani e degli altri popoli italici. Infatti, nel periodo della grande espansione teritoriale, la fioritura economica  e lo stabilirsi dell'egemonia politica romana sulla gran parte dell'Europa continentale e sul Mediterraneo, il diritto romano subisce le influenze della cultura giuridica ellenistica ed orientale, incorpora molteplici istituti del diritto straniero, arrivando a fondare un sistema di diritto comune (ius gentium), facilmente applicabile all'intero territorio dell'Impero Romano. Grazie alla compenetrazione del potere politico e religioso e all'accettazione e la protezione del diritto romano da parte del cristianesimo, il diritto romano viene custodito dalle istituzioni ecclesiastiche nei tempi ardui del primo Medioevo, in modo da rinascere per una vita nuova nelle università dal XI secolo in poi, da soppravivere nella dottrina e nella legislazione, arrivando all'inizio del XXI secolo.

Tradizionalmente  nell'università odierne il „Diritto privato romano" viene proposto come disciplina obbligatoria, ponendo l'accento sulla continuità della tradizione romanistica nei sistemi privati giuridici contemporanei.  

Negli ultimi decenni del XIX secolo si impone gradualmente la tendenza allo studio del diritto pubblico romano, inteso come fondamento essenziale dell'evoluzione statale moderna e della democrazia. Con una deliberazione del Consiglio della Faccolta di Giurisprudenza dell'Università di Sofia „Sv. Kliment Ohridski", dal 2014 viene introdotta la disciplina facoltativa „Diritto pubblico Romano". La tradizione giuridica romanistica è incorporata anche nei corsi lezioni di Storia generale dello stato e del diritto, Sistemi statali e giuridici contemporanei, Filosofia del diritto, Antropologia filosofica, Storia delle dottrine politiche e giuridiche, Diritto civile comprarativo e molti altri.

Dopo la morte tragica del nostro illustre collega Teodor Piperkov, su iniziativa degli studenti il seminario di diritto romano ha ripristinato dal 2014 la sua attività. A suo nome è stato fondato anche un Club del giurista. Con lo sviluppo dell'attività didattica di queste due organizzazioni informali è nata  l'idea di creare una piattaforma più ampia per i problemi, legati alla migliore conoscenza della tradizione romanistica e del contributo dei giuristi romani alla cultura giuridica moderna.

È evidente al mondo non esistono molti siti romanistici. Alcuni di essi propongono contenuto puramente didattico e sono dedicati alle necessità concrete degli studenti, che studiano la disciplina „Diritto romano privato " е  differenti materie affini.  Altri siti offrono una bibliografia estremamente ricca – fonti, monografie, articoli di diritto romano. In Bulgaria non è mai esistita la tradizione di pubblicare contributi romanistici specializzati, accessibili nel contempo anche a un pubblico più ampio; un fatto forse dovuto al numero ristretto degli studiosi e dei docenti i quali si occupano di questa materia. Le ultime pubblicazioni di studi e anche le celebrazioni legate al diritto romano rivelano un interesse forte e costante per la problematica del diritto romano, ma anche per le radici antiche dello sviluppo moderno del diritto. Questo cosidetto „Rinascimento", insieme all'entusiasmo dei giovani colleghi, studenti ed assistenti, e anche dei colleghi dalla pratica, ci ha incaricato della responsabilità di creare questo sito. Nonostante che la tradizione imponga di rispettare la forma scritta delle ricerche, soprattutto quelle riguardanti il mondo antico ed il suo diritto, si ritiene che le tecnologie elettroniche diano possibiltà più ampie per far arrivare queste indagini alla pubblico, interessato al diritto romano.

 Il sito e dedicato in primo luogo a tutti gli appassionati dal diritto, quelli che comminciano i loro studi e che intendono trasformare le loro conoscenze nell'„arte del buono e del giusto".

Dedichiamo in sito a loro con tutto il nostro amore e desiderio di essere utili, contando su loro per il suo arrichimento! 

Iuventuti cupidae legum!